Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

          © 2008 Divxmania.it




 
Reply to this topicStart new topic
> Copie Private, Causa Contro La Siae
Echelon
messaggio 18 Apr 2005, 22:17
Messaggio #1
  


Signore degli Audiofili
Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 4108
Iscritto il: 10 Mar 03
Da: Verona
Utente Nr.: 3106


 
 
Si paga una tassa come diritto d'autore anche per acquistare cassette, cd e dvd vergini. La nuova legge italiana l'ha aumentata.
La caccia al "pirata" digitale ha portato a una serie di effatti bizzarri nelle nuove legislazioni. Forse non tutti sanno, per esempio, che acquistando una cassetta vergine, (oggi sempre meno usata) un cd o un dvd registrabile o anche una memory card ogni consumatore paga, con il prezzo, anche un versamento alla Siae come se quel supporto, vuoto, fosse già inciso con le canzoni di Sanremo o con l'ultimo film di Spielberg. In pratica: siccome si presuppone che il supporto serva per fare una copia (legale) di un prodotto acquistato (e sul quale l'utente paga già il diritto d'autore) la legge precvede che anche il supprto vergine debba essere soggetto a quello che viene definito "equo compenso" per la copiatura. Compenso che viene incassato dalla Siae.

TASSA AUMENTATA DEL 3000% - Ora, dopo circa un anno e mezzo dall’entrata in vigore del decreto in materia di diritto d’autore e copia privata, l’Associazione Sistemi e Supporti Multimediali Italiana insieme ad alcune aziende (Computer Support Italcard, Datamatic, Imation, TDK Marketing Europe, TX Italia, Verbatim) ha intrapreso un’azione legale contro la Siae. Scopo: veder riconosciuta l’incostituzionalità degli articoli del decreto che trattano il tema della definizione dell’equo compenso. Secondo i promotori dell'azione il recepimento della direttiva comunitaria 2001/29 ha portato all'introduzione in Italia di un aumento del compenso per copia privata sui supporti di registrazione, calcolato in misura fissa per ogni tipologia di supporto. Ma, dice l'associazione, «tale compenso (e la sua entità) era già previsto in una normativa preesistente. Il legislatore ha arbitrariamente fissato i nuovi compensi con incrementi che in alcuni casi si avvicinano al 3000%. Tale aumento ha comportato un aumento dei prezzi di vendita, che in alcuni casi sono stati anche dell’ordine del 60%.»

CROLLO DEL MERCATO - In un anno, dice l'Asmi, il mercato è crollato: i CD-R -38,7%, i CD-R audio - 41,8% , cassette e videocassette sono in vcaduta anche perchè il mercato si muove verso i dvd, unico stettore comunque in crescita. Il dato globale porta a un -40%. «La legge - dice Mauro Santi Presidente dell’associazione - non prevede diversità di trattamento tra riproduzione analogica e digitale, non tiene conto della presenza di misure di protezione anti-copia di cui molti DVD e CD sono dotati e non distingue tra apparecchi e supporti in grado di diventare strumenti di riproduzione di opere protette, e viceversa. I fenomeni tecnologici devono essere studiati, capiti ed interpretati: ci auguriamo che i lavori della Commissione Interministeriale presieduta da Paolo Vigevano possano rappresentare un punto di partenza per rilanciare il comparto tecnologico in un’economia in cui i confini sono transnazionali ed in cui l’applicazione di legislazioni locali imbavaglia in partenza qualsiasi espressione imprenditoriale. Contenuti, contenitori e reti distributive devono poter crescere di pari passo in modo da non penalizzare i consumatori che per definizione premiano il libero mercato perché porta benefici in termini di prezzo e innovazione".

ECCESSO DI TUTELA - Il parere è condiviso da Roberto Liscia, Presidente di ANEE , Commissione servizi e contenuti di Assinform: « E' assurda l’imposizione di una tassa su ogni strumento di digitalizzazione, dando per scontato che vi si riproducano opere soggette al diritto d’autore. Il sistema dell’equo compenso prevede un indennizzo preventivo di possibili atti di pirateria quando si acquistano supporti digitali e apparecchi di duplicazione. Così per combattere la pirateria di fatto la si legalizza, considerandola inevitabile e scontata. Paradossalmente ci si trova a dover pagare il diritto d’autore anche sulle memory card dove si scattano le foto di famiglia…. Siamo ad un eccesso di tutela che, lungi dal salvaguardare gli autori, non fa che diffondere ancora di più la legittimazione verso lo “scaricare” piuttosto che caldeggiare l’acquisto per la fruizione. Si pone d'altronde il problema della redistribuzione tra gli autori delle somme percepite in modo “aprioristico”. È infatti impossibile sapere quali contenuti siano stati scaricati».

A voi i commenti...

Cheers::. ocio.gif


--------------------
Il SAGGIO sà NIENTE...
L'INTELLIGENTE sà POCO...
Lo STUPIDO sà TANTO...
E il MONA sà TUTTO!!!



Deborah consiglia FIREFOX...
Io consiglio ............ Deborah
 
Go to the top of the page
 
+Quote Post
 
LEnigmA
messaggio 19 Apr 2005, 07:43
Messaggio #2
  


The Inquisitor™
Gruppo icone

Gruppo: Moderatori
Messaggi: 1051
Iscritto il: 2 Dec 02
Utente Nr.: 2028


 
 
E da un bel po che la notizia e risaputa, comunque rimane il fatto che certi signori non hanno nessun tipo di scrupolo ne senso della misura, vorrebbero poterci spreme fino all'ultimo, poche parole: SCANDALOSI! jehon.gif


--------------------
World, put your helmet on and get ready for the weekend!





-----------------------------------------------------------------------
Travel Mate 661LCi
Intel pentium M 1.4 GHz - Intel 855GM chipset - Intel PRO/Wireless 2100 (802.11b WLAN) - 10/100 Ethernet - 56 kbps V.92 modem - 15.0" SXGA+TFT LCD - 40GB Ultra ATA/100 HDD - dvd/cd-rw combo - 1024 DDR SDRAM - Smart card reader - 4 usb 2.0 - Fireware - Bluetooth

E ricordate: <span style='font-size:10pt;line-height:100%'>The Inquisitor™ farà giustizia!</span>
 
Go to the top of the page
 
+Quote Post
 
BigBlack
messaggio 19 Apr 2005, 12:25
Messaggio #3
  


DivX ;-) Junior
Gruppo icone

Gruppo: Members
Messaggi: 41
Iscritto il: 14 Apr 05
Utente Nr.: 12286


 
 
Ragazzi io i cd e dvd li vendo su ebay.... Lo sapete cosa mi hanno fatto questi bastardi per questo motivo? Mi hanno segnalato ad ebay e mi hanno fatto rimuovere l'inserzione?! Cioè è assurdo... Come se io quando li ho comprati questi cazzo di diritti non li avessi pagati!!! Roba da non credere porca troia.... E la cosa + bella è che non rispondono alle mie e-mail.. ASSURDO!! cwm23.gif
 
Go to the top of the page
 
+Quote Post
 
Echelon
messaggio 19 Apr 2005, 12:28
Messaggio #4
  


Signore degli Audiofili
Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 4108
Iscritto il: 10 Mar 03
Da: Verona
Utente Nr.: 3106


 
 
Ma tu hai una Partita Iva per poter vendere ???
Sei sicuro che siano stati loro ???
Tu naturalmente li comprerai all'estero, giusto ???
Li la tassa non è assolta, di conseguenza loro hanno fatto quello che la legge attuale prevede...

Cheers::.


--------------------
Il SAGGIO sà NIENTE...
L'INTELLIGENTE sà POCO...
Lo STUPIDO sà TANTO...
E il MONA sà TUTTO!!!



Deborah consiglia FIREFOX...
Io consiglio ............ Deborah
 
Go to the top of the page
 
+Quote Post
 
Echelon
messaggio 19 May 2005, 16:16
Messaggio #5
  


Signore degli Audiofili
Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 4108
Iscritto il: 10 Mar 03
Da: Verona
Utente Nr.: 3106


 
 
Altro articolo (tratto da L'Arena di Verona del 18/05/05) chiarificatore della situazione Italiana con un po di statistiche:

«La crisi colpisce anche
il mercato della musica»


A Verona negozi che chiudono e un calo di vendite intorno al 3,8%

Proprio in questi giorni due storici negozi di dischi stanno chiudendo i battenti a Verona, una città dove, nel 2004, c'è stato un calo delle vendite di cd musicali che si aggira attorno al 3,8%. Per capire meglio di che salute gode il mercato discografico dalle nostre parti abbiamo rivolto alcune domande a Enzo Mazza, direttore generale della FIMI (Federazione industria musicale italiana) che rappresenta i discografici italiani. Il dottor Mazza era in città nei giorni scorsi per un incontro seminariale all'Università.
«I dati di cui dispongo arrivano ad individuare la tendenza di un'area più vasta di quella veronese» spiega Mazza. «Possiamo però dire che il Nord Est, che tradizionalmente è sempre stata un'area importante del mercato discografico, nell'ultimo anno ha accusato in modo significativo la crisi economica e ha evidenziato una calo delle vendite. Anche in meridione si sente la crisi ma lì sono stati aperti nuovi punti vendita in zone dove prima non c'era nulla di simile. Questi centri di vendita non sono entrati in concorrenza con un mercato preesistente, come è successo per esempio a Verona, dove un ipermercato ha fatto una politica molto aggressiva nei confronti dei competitori».
Quindi quello di Verona non è un caso tipico di quello che sta succedendo in Italia.
«Infatti. Nel caso veronese incide anche la grandezza del territorio su cui questa multinazionale, che vende anche in settori musicali molto specifici, ha aperto la filiale. E' chiaro che a Milano esiste già un regime concorrenziale molto spinto mentre nella provincia più piccola è molto diverso. Il risultato complessivo in termini di vendite di cd, che è quello che interessa ai discografici, non è però positivo. L'ipermercato non ha assorbito tutti i clienti dei piccoli negozi, d'altra parte il trend negativo nelle vendite di cd è ormai una tendenza pressoché costante dal 1999. Naturalmente i milioni di brani scaricati da Internet illegalmente l'anno scorso c'entrano molto».
L'ipermercato del disco è comunque destinato a divenire il principale luogo in cui si compra musica?
«Secondo me no. Come dicevo, a Verona è successo qualcosa di particolare. Il principale luogo di acquisto in linea di massima, secondo i nostri dati, è il negozio tradizionale che più si specializzerà più avrà speranze di sopravvivenza. Il secondo luogo in ordine di copie vendute è il supermercato che offre soprattutto altre cose e ha un reparto dedicato ai titoli più popolari. Solo in terza posizione troviamo l'ipermercato con un ampia struttura dedicata ai cd come può essere la Virgin, la Fnac, Messaggerie Musicali o Ricordi. Lo scaricamento legale di brani da Internet rappresenta l'1% del mercato ma è destinato a crescere in modo esponenziale (nel 2009 si prevede che il 25% della musica fruita sarà scaricata legalmente da internet). Un fenomeno nuovissimo in grande espansione è lo scaricamento di musica attraverso il telefonino di terza generazione che diventa una specie di Ipod, un piccolo hard disc portatile con una capienza eccezionale».
Quanto viene utilizzato il telefonino in questi termini?
«L'anno scorso con questa modalità sono stati acquistati 6 milioni di singoli».
Quanti anni hanno gli acquirenti di cd e di musica in Italia?
«Il 30 per cento dei fruitori di musica e degli acquirenti di cd si concentra tra i 25 e i 34 anni, una fascia generazionale attualmente sottile per il calo demografico degli anni Ottanta. Altro dato che va a incidere sulle vendite».
Esistono dei dati sul mercato illegale?
«Per quel che riguarda il mercato illegale non abbiamo dati molto attendibili. Complessivamente sappiamo che ogni giorno sono 800 milioni i brani disponibili illegalmente in rete e circa 1.700.000 gli italiani che l'anno scorso hanno acquistato cd illegali».
Il mercato discografico come si sta attrezzando?
«Ovviamente con l'implemento dei nuovi sistemi, quindi nuove piattaforme su Internet per la vendita e lo scaricamento legale dei brani ma anche con una politica sull'Iva su cui però ci sono delle fortissime controversie. Ma devo dire che personalmente penso anche che ci voglia una maggiore cultura e sensibilità per la musica a partire dalle scuole elementari. Purtroppo si parla di abolire le ore di insegnamento dalle scuole, invece si dovrebbero aumentare e aiutare i ragazzini a capire il meccanismo dell'industria discografica e cosa c'è dietro all'oggetto disco».

Cheers::. ocio.gif


--------------------
Il SAGGIO sà NIENTE...
L'INTELLIGENTE sà POCO...
Lo STUPIDO sà TANTO...
E il MONA sà TUTTO!!!



Deborah consiglia FIREFOX...
Io consiglio ............ Deborah
 
Go to the top of the page
 
+Quote Post
 
Echelon
messaggio 20 May 2005, 18:32
Messaggio #6
  


Signore degli Audiofili
Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 4108
Iscritto il: 10 Mar 03
Da: Verona
Utente Nr.: 3106


 
 
Altre 2 notizie che fanno capire che il problema è anche di chi usa la musica per professione:
...Lo avevano già detto e ora la denuncia di Ringo per possesso di Cd contraffatti conferma i loro timori. Ma l'attuale legge 248 non prevede deroghe. I Dj italiani intendono scendere in campo contro l'attuale legge sul diritto d'autore, per arrivare al varo di deroghe che consentano ai disk-jokey italiani di possedere e produrre compact-disc "per uso professionale", senza dover sottostare alla burocrazia SIAE. A muoversi è stata in questi giorni anche la Federazione dell'Industria Musicale Italiana (FIMI), a breve distanza dalla vicenda di Ringo, Dj che domenica scorsa è stato denunciato per possesso di compact-disc musicali masterizzati contraffatti e privi del bollino SIAE previsto dalla normativa. Ringo, Dj che si è fatto un nome sulla celebre Rete 105, è accusato dalla Guardia di Finanza insieme ad un altro collega Dj per il possesso di 26 Cd pirata, una situazione che può portare ad una condanna fino a sei mesi di carcere e ad una multa fino a 15mila euro. Le Fiamme Gialle, intervenute dopo un concerto, hanno anche sequestrato ai due l'incasso della serata. La FIMI in passato aveva già denunciato pratiche illecite in tutta Italia da parte dei DJ.
Naturalmente la situazione si è sbloccata bene...
SASSARI, 16 MAG-Si e' conclusa con un'assoluzione per non aver commesso il fatto una disavventura giudiziaria che aveva come protagonista il dj Ringo. Rocco Anaclerio, 44 anni, era accusato di aver violato la legge sul diritto d'autore perche' trovato in possesso dalla Guardia di Finanza, tre anni fa, di 26 cd masterizzati privi del bollino Siae. I suoi avvocati hanno dimostrato che non era il proprietario.
Diciamo che sono proprio bravi a creare le leggi e poi a farle interpretare male...

Cheers::. ocio.gif


--------------------
Il SAGGIO sà NIENTE...
L'INTELLIGENTE sà POCO...
Lo STUPIDO sà TANTO...
E il MONA sà TUTTO!!!



Deborah consiglia FIREFOX...
Io consiglio ............ Deborah
 
Go to the top of the page
 
+Quote Post
 
Raven_ita
messaggio 21 May 2005, 09:37
Messaggio #7
  


DivX ;-) Junior
Gruppo icone

Gruppo: Members
Messaggi: 80
Iscritto il: 11 May 05
Utente Nr.: 12444


 
 
jehon.gif jehon.gif jehon.gif

basterebbe un minimo di intelletto , cosa che al giorno d' oggi manca in giro, cercando una mediazione fra le varie parti dAL PRODUTTORE AL CONSUMATORE. A volte sono gli innumerevoli passaggi che il prodotto subisce prima di arrivare in un negozio ad esempio di cd. Se le case di produzione tenessero basso il costo di un cd , ma soprattutto dei dvd perche penso sia raro che si riveda lo stesso film due volte, almeno io personalmente acquisteri cd e dvd ORIGINALI . Per la cronaca un cd vuoto costa in italia 60-70centsimi. quindi 100 cd costano 60-70 euro. io li compero a 15cent(samsung) e cento sono in totale 15 euro!!!!! Fate un po voi...come si fa a comperare un prodotto che costa il 400% in piu vuoto? figuriamoci pieno!! comunque* la fetta piu grande di tale sovrapprezzo sono tasse quindi combattendo la pirateria ce le fanno pagare due volte!!!


--------------------
LETTORE DA TAVOLO LG 9900X

 
Go to the top of the page
 
+Quote Post
 
LEnigmA
messaggio 21 May 2005, 12:33
Messaggio #8
  


The Inquisitor™
Gruppo icone

Gruppo: Moderatori
Messaggi: 1051
Iscritto il: 2 Dec 02
Utente Nr.: 2028


 
 
Son sempre dell'idea che oramai troppe persone hanno la faccia come il di dietro. Certo se ti chiami Ringo, (rocco anaclerio..... tipico nome da personaggio di topolino jester.gif ) e sei dj e fai la musica tunz tunz, e ciai 44 anni, e ti sputtani per fare musica con cd masterizzati..... la legge sulla pirateria non conta. E c'e gente che ancora va ad ascoltare questi buffoni? Posso fare anche io il dj, ficco dentro 2 cavolo de cd, naturalmente pirata perche fa piu cool, e via..... Ecco a voi fatto il dj e tutti ballano e son contenti, canarini e siae compresa. Tanto ci siamo noi poveracci da spremere come un limone, che e costretta a guardare alla tv quell'altro venduto di faletti (che per 2 libri e stato gia battezzato quale miglior scrittore giallo italiano, ma nessuno si ricorda della sua penosa carriera da comico o della sua altrettanto penosa esibizione in minkia signor tenente) additarti a serial killer se ti permetti solo a pensare che spendere 20 euro per un cd o 30 per un dvd sono una cifra scandalosa, ti fai fare una copia dal tuo amico.... Bhe si, sei colpevole, allora quasi quasi ti do il 48 bis, ti butto in cella e butto anche la chiave!Perche con il tuo coportamento metti a rischio milioni di posti di lavoro, tutti i registi faranno la fame, tutti i cantanti saranno costretti a lavorare 40 ore alla settimana per 700 euro al mese, mogol dopo che per 30 anni ha vissuto come una sanguisuga sulle canzoni cantate da battisti si incatenera all'entrata della siae e minaccera di darsi fuoco perche la sua pensione non gli basta a campare come circa 3 milioni di pensionati.... E gia questo e quanto gli abbiamo permesso di fare, ma veramente vogliamo dargliela vinta a questi vampiri?Io i miei soldi non gli li do piu da tempo, e spero che con tutti i soldi che ci rubano tutte in medicine debbano spenderli.... Scusate lo sfogo ma sono nauesato da tutta questa situazione


--------------------
World, put your helmet on and get ready for the weekend!





-----------------------------------------------------------------------
Travel Mate 661LCi
Intel pentium M 1.4 GHz - Intel 855GM chipset - Intel PRO/Wireless 2100 (802.11b WLAN) - 10/100 Ethernet - 56 kbps V.92 modem - 15.0" SXGA+TFT LCD - 40GB Ultra ATA/100 HDD - dvd/cd-rw combo - 1024 DDR SDRAM - Smart card reader - 4 usb 2.0 - Fireware - Bluetooth

E ricordate: <span style='font-size:10pt;line-height:100%'>The Inquisitor™ farà giustizia!</span>
 
Go to the top of the page
 
+Quote Post
 
Echelon
messaggio 21 May 2005, 14:13
Messaggio #9
  


Signore degli Audiofili
Gruppo icone

Gruppo: Admin
Messaggi: 4108
Iscritto il: 10 Mar 03
Da: Verona
Utente Nr.: 3106


 
 
CITAZIONE
Se le case di produzione tenessero basso il costo di un cd , ma soprattutto dei dvd perche penso sia raro che si riveda lo stesso film due volte

In parte hai ragione, ma forse non sai come funziona...
Io lavoro anche per uno Studio di Registrazione e facciamo Produzione e credimi che la SIAE ha le zampe ben posate su tutto...Ti spiego.
Se io acquisto 1 cd ho la tassa, se acquisto 1 Dat ho la tassa, se acquisto 1 Masterizzatore ho la tassa, se acquisto 1 HD ho la tassa, se acquisto un VHS recorder ho la tassa, insomma manca solo sull'aria che respiriamo in Studio...
Il problema non è tanto i costi di produzione, dato che finché sei piccolo incidono un bel po, ma a grandi livelli un prodotto finito (con custodia, serigrafie, incisione, copertine e celophan..) costa circa 1-1,5 € e questi sono dati che può confermare chiunque...
Ora del costo di ipotetici 18 € di un cd novità se togliamo 1,5 € di costo prodotto rimangono 16,5 €, poi c'è il guadagno dell'artista che incide per ca. 0,75-1,5 € a seconda del contratto e quindi si scende a 15 €, poi c'è l'Iva al 20% anzichè al 10% come per i libri, e quindi si scende a 11,4 € che rimangono per le spese di promozione e per la filiera di distribuzione e compenso dell'etichetta...dentro vi è la SIAE che incide sul supporto (il CD) sui diritti delle musiche, dei testi e del cantante, sulle immagini delle copertine, sul bollino di distribuzione, sui poster, sulle magliette, sui gadget , sulla distribuzione in internet, ecc...
Il bello sarebbe se la Siae funzionasse a dovere, ma come sempre dove c'è la grana tutto va a rotoli...
Più volte ho consigliato a chi dovesse iscriversi di farlo a Londra, almeno loro sono regolari ed hanno un sistema che funziona e non incide in modo oscenamente indegno sul costo della musica...
Di discussioni se ne fanno molte, ma serie mai...

Cheers::. ocio.gif


--------------------
Il SAGGIO sà NIENTE...
L'INTELLIGENTE sà POCO...
Lo STUPIDO sà TANTO...
E il MONA sà TUTTO!!!



Deborah consiglia FIREFOX...
Io consiglio ............ Deborah
 
Go to the top of the page
 
+Quote Post
 
Aristerco di Arr...
messaggio 21 May 2005, 16:44
Messaggio #10
  


Sceriffo™
Gruppo icone

Gruppo: Moderatori
Messaggi: 3028
Iscritto il: 14 Mar 02
Utente Nr.: 189


 
 
Solo una cosa mi fa pensare.. Anacleto Mitraglia faceva il DJ, giusto?
Lavorava in radio..
Ora, mi prenda la diarrea (eheheh.. Di - Arrea) se non aveva almeno 2600 dischi ORIGINALI in casa..


--------------------
 
Go to the top of the page
 
+Quote Post
 

Reply to this topicStart new topic
2 utenti stanno leggendo questa discussione (2 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

IPB RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 30 Sep 2022 - 07:06 IPB